Nel 2014 i cantieri per le autostrade del mare ?

Voglia di autostrade per il mare ma i primi cantieri solo nel 2014
Decisi piani e bandi, in arrivo le offerte. Eppure ci vorranno anni Allargheranno l’imbuto di Jesolo e Rosolina, non di Sottomarina

di Marco Bonet

bibione_jesolo_via_del_mareLa Grande Crisi che sferza il nostro Paese porta su di sé molte colpe, alcune parecchio gravi, altre meno, di certo quella d’aver costretto gli italiani a rivedere radicalmente le proprie abitudini, adeguandole all’austerity di Bruxelles, alla spending review di Roma, al risparmio forzato di Francoforte, con un «Ritorno al futuro» che ci ha fatti sbucare dritti dritti negli Anni Settanta, quanto meno nel modo di organizzare le ferie (lo dice pure una recente indagine di Ipr Marketing per la Coldiretti). Niente viaggi esotici, addio aerei e trasvolate oceaniche, oggi più che mai (anche per chi, in realtà, potrebbe permetterselo) la stessa spiaggia e lo stesso mare sono quelli fuori porta, low cost, votati al risparmio a tal punto che non si fa più manco un week end ma si preferisce l’andata e ritorno in giornata, pendolari dell’ombrellone incolonnati tra le lamiere arroventate da Caronte e da Sirge. E così, di partenza intelligente in partenza intelligente, la DeLorean si è ritrovata inchiodata in coda.

Tra un bollino nero, un giro su Isoradio e una strombazzata al povero tedesco ingnaro (come noi) delle viuzze alternative, una domanda rimbalza nella mente: ma non si dovevano fare le nuove superstrade per le spiagge? Che fine ha fatto la «Via del mare»? Diciamolo subito: i cantieri non sono ancora partiti e prima del 2016 non se ne parla neppure. Il nastro d’asfalto da 210 milioni di euro che in 19 chilometri collegherà la A4, all’altezza del nuovo casello di Meolo (inaugurato a metà ottobre dopo 40 anni di attesa), con Jesolo, all’innesto della rotonda «Frora» (quella del centro commerciale Bennet), e poi di lì con il Cavallino ed Eraclea, non vedrà le ruspe al lavoro prima della fine del 2014. A luglio la Regione ha pubblicato il bando di gara a inviti, che scadrà il 20 settembre, quando si saprà quali imprese in possesso dei requisiti fissati da Palazzo Balbi avranno chiesto di essere invitate alla licitazione privata. Le offerte sono attese per dicembre, poi si avvierà la fase progettuale. L’opera, contestata dal comitato «Sì Treviso Mare», a detta della Regione sarà fondamentale per sbloccare il tappo che oggi congestiona quella fetta di litorale adriatico che ogni anno conta quasi 15 milioni di pernottamenti e sarà realizzata in project financing, il che significa che chi la costruirà sarà ripagato con i pedaggi, da cui comunque saranno esenti i residenti dei Comuni interessati (Roncade, Jesolo, San Donà, Musile e Meolo), cui si aggiungeranno San Biagio di Callalta, Silea e Treviso.

Il project è stato presentato nel 2007 da Adria Infrastrutture spa, Strada del Mare spa e Consorzio Via del Mare, poi riuniti in La strada del mare srl. Il tracciato si estenderà per metà sull’attuale Treviso Mare, fino alla rotonda di Caposile, quindi su un nuovo sedime tra i campi fino alla rotonda Frora, liberando così la strada che costeggia il Sile. Orizzonte ancora più lontano per la Nogara-Mare, che dovrebbe snellire il traffico diretto verso il Delta del Po e Rosolina. Un intervento ben più complesso della «Via del mare» visto che si snoderà per 107 chilometri (cui si aggiungeranno altri 64 chilometri di viabilità complementare) attraverso 32 Comuni, collegando la A22 in prossimità di Nogara, nel Veronese, con Adria, in Polesine, dove si innesterà sulla Nuova Romea Commerciale dopo aver seguito la Transpolesana.

Contestato anche questo dai comitati, si tratta di un investimento da 1,9 miliardi di euro (50 milioni il contributo pubblico), sempre in project financing, con esclusione dal pedaggio per 15 anni dei residenti dei Comuni coinvolti e delle percorrenze fino a 15 chilometri. Il proponente in questo caso è la Confederazione Autostrade spa guidata dalla Brescia- Padova (A4 Holding) che alla fine della procedura di gara, a dicembre, è risultata anche essere l’unica offerente (la multinazionale Samsung mostrò qualche interesse ma poi si è tirata indietro). Il progetto definitivo, spiegano dalla Regione, è atteso tra un anno e i cantieri non saranno aperti prima del 2015. Quanto a Sottomarina di Chioggia e Bibione, c’è poco da dire. In entrambi i casi, infatti, gli accessi resteranno quelli che sono, almeno per il momento: la Romea (su cui si innesta la statale del Piovese proveniente da Padova) nel primo caso e la provinciale 74 in arrivo da San Michele al Tagliamento nel secondo.

da corriere.it

Wacko’s Tour 2013 al Villaggio Internazionale di Bibione

Continua il divertimento del Wacko’s Tour

di Marta Parcesepe

bibione_villaggio_internazionale_wacko_tour_2013Anche in questa calda estate 2013 per rallegrare grandi e piccini torna l’atmosfera scoppiettante del Wacko’s Tour. La festa della celebre patatina dalla forma inconfondibile ha preso il via nella splendida cornice della Baia degli Aranci a Vieste. Da qui, in dieci fantastiche giornate di festa, sta facendo tappa nelle località balneari più frequentate d’Italia.

Tanti snack e patatine ma anche musica e divertimento che, è il caso di dirlo, renderanno più “wackose” le nostre vacanze al mare. Così per l’intera giornata, dalle 10:30 fino alle 19:00, Wacko’s sarà il vero animatore della spiaggia, il suo staff distribuirà gadget e premi coinvolgendo tutti in una vera festa, con balli, giochi e altre divertenti attività.

Il tour proseguirà fino alla metà di agosto: il 9 sarà a Caorle al Parco Acquafollie, il 10 a Lignano al parco Acquasplash, 11 agosto per la tappa di Bibione al Villaggio Internazionale, infine il 12 raggiungerà Cavallino Treporti al Camping Ca’ Savio.

da italnews.info

10 punti di primo soccorso sulla spiaggia di Bibione

Sicurezza bagnanti: a Bibione aperti 10 punti primo soccorso

Google Street View
Google Street View

Grande attenzione da parte di Bibione per i turisti in difficoltà. Sono diversi i servizi pensati per le necessità dei bagnanti che nel periodo estivo accorrono a Bibione. Dallo scorso maggio e fino a settembre, sono stati allestiti direttamente sulla spiaggia 10 punti di primo soccorso, presso i quali gratuitamente personale infermieristico qualificato sarà a disposizione dei turisti e presterà loro servizio per risolvere eventuali emergenze sanitarie.

Alle immancabili postazioni di salvataggio a mare, si aggiunge poi la consulenza gratuita di un medico dermatologo in caso di scottature, eritemi solari o punture da insetti.

«Non solo mare e divertimento, ma anche la presenza di servizi utili, gratuiti, finalizzati a garantire una presenza confortevole e sicura nella località», spiega Vania Prataviera, Presidente dell’Associazione Bibionese Albergatori, la quale sottolinea come oltre ai servizi in spiaggia per i turisti ci sia anche la possibilità presso una serie di alberghi di usufruire di agevolazioni per effettuare delle cure termali (per i dettagli visitare il portale di promozione turistica dell’ABA – Associazione Bibionese Albergatori) o di portare con sé il proprio amico a 4 zampe.

da primapaginanews.it

Bollino nero verso Bibione e Lignano, rifiuti sull’A28

Sull’A28 i rifiuti dei “pendolari” del mare
“Monnezza selvaggia” non va in vacanza. I sacilesi invece intasano le strade verso le spiagge

A28_rifiuti_bibione_bollino_neroBollino nero sulle strade e bollino rosso sulla temperatura. Solleone a 40 gradi in piazza del Popolo, ieri e mini esodo nel primo fine settimana di agosto: con sacilesi incolonnati verso Bibione e Lignano. L’estate è rovente, vissuta con il “mal di traffico”, in fila per raggiungere le spiagge (pienone anche in Brussa per i “giornalieri” della tintarella), oppure la Pedemontana.

Sabato sera c’era la ressa anche nelle pizzerie in collina, vicino a Mezzomonte e Dardago con sacilesi in fuga dalla canicola della Bassa. L’estate entra nel vivo, ma l’altra faccia della medaglia è che, in tempo di crisi e spending review, tanti stanno a casa e si concedono il fine settimana da pendolari. I “resti” si vedono anche in autostrada: sull’A28 il fenomeno della monnezza selvaggia non va in vacanza.

Sei su dieci non partiranno per le vacanze (è la media italiana è il 60% indica Federalberghi) e quindi, weekend in spiaggia con andata-ritorno o gita mordi e fuggi. A influire sulle scelte delle ferie estive, secondo i dati di Confesercenti, domina il fattore reddito disponibile (cassintegrati e in mobilità sono in impennata anche nel Giardino della Serenissima), la preoccupazione per la situazione economica e le tasse. «Fisco insostenibile – lamentano tanti pensionati e precari allo sportello Cgil di via Carli -. Non ne possiamo più».

Traffico da bollino nero fuori dal perimetro della città, in direzione mare. «Incolonnati per entrare a Bibione – ha postato un sacilese che fa tendenza su YouReporter –. Grande traffico”. Le vacanze di chi ha scelto il mare e le spiagge “dietro casa” di Caorle, Bibione, Lignano, Jesolo o Grado dureranno circa 7 giorni per il 60% di un mini-campione. Il “drago africano”, cioè l’anticiclone, alza la temperatura e riempie anche “Sassolino beach” la spiaggetta sul Meschio scelta da quelli che fanno le vacanze a chilometri zero. «Ci veniamo dall’adolescenza – raccontano Elisa Boarati e Marco –. Acqua fresca e natura».

L’afa ha “aiutato” anche i centri commerciali (Bennet, Emisfero oppure nel Veneto). Traffico sostenuto e sull’A28 sono rimasti i cumuli di monnezza sotto il cielo: sacchi e, forse, resti delle pulizie della soffitta. La solita e brutta cartolina dell’estate.

da messaggeroveneto.gelocal.it

Bibione, Caorle, Jesolo, Cavallino ed il ministro per lo sviluppo economico Flavio Zanonato

Zanonato: sinergia tra pubblico e privato
Turismo, il ministro incontra le categorie del litorale: «Gli operatori mettano la qualità, noi forniremo le infrastrutture»

di Giovanni Cagnassi

bibione_jesolo_flavio_zanonatoL’italian style per rilanciare l’economia italiana. Il ministro per lo sviluppo economico, Flavio Zanonato, in vista a Jesolo e sul litorale tra Caorle e Cavallino Treporti, per parlare con le categorie del turismo, ha anticipato il prossimo Road Show in tutta Italia per avviare l’internazionalizzazione delle aziende nei rapporti con l’estero, quindi una Road map, vero e proprio giro del mondo per promuovere il prodotto italiano in tutti i Paesi del mondo. Prodotto che può essere turistico, industriale, tessile, piuttosto che agricolo.

Il punto di partenza è che non tutte le economie sono in crisi. Molte, secondo il ministro, sono in netta ripresa e saranno potenziali turisti o acquirenti. Paesi dell’America Latina, della Russia e dell’Est, dell’Oriente. L’Italia piace ancora ed è da qui, da questo innato appeal, che deve partire, o meglio ripartire, la nostra economia.

Le categoria vogliono risposte e l’ex sindaco di Padova enuncia una serie di principi e concetti che dovranno essere i fondamentali per la ripresa. Traccia un percorso piuttosto definito. «Il turismo rappresenta il 10 per cento del Pil del nostro Paese», precisa il ministro, «stiamo parlando di 120 miliardi di euro di fatturato. Siamo al secondo posto, e non al terzo, solo dopo la Francia, ma noi abbiamo segni di ripresa, loro sono stabili da tempo. I privati devono garantire un prodotto di qualità, noi forniremo la base infrastrutturale».

I sindaci della costa veneziana non accettano che in poche ore si arrivi nelle maggiori località della costa veneziana in aereo e poi ci vogliano tre ore per arrivare in auto o autobus lungo strade intasate e regolarmente congestionate in piena estate. Ecco il Zanonato pensiero concentrato in poche parole: prodotto di qualità del privato e infrastrutture dal pubblico. Poi ammette le lacune, come le strade, i collegamenti, la burocrazia. Su questo si potrà lavorare.

Dopo il benvenuto del sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia, e del vice sindaco, Roberto Rugolotto, è il sindaco di Bibione, Pasqualino Codognotto, coordinatore dei sindaci della costa veneziana, a prendere la parola e a ricordare i disagi del traffico e delle strade, quindi i 24 milioni di presenze della costa veneziana che sono una risorsa da non perdere e accrescere.

Il primo cittadino di Cavallino Treporti, Claudio Orazio, ha posto l’accento sulla questione dibattuta delle troppe competenze del Demanio e la soverchiante burocrazia. Ci sono anche gli agricoltori che invocano maggiore attenzione, visto che l’agricoltura in queste zone nacque prima del turismo.

Dalla platea si levano le proteste per la Bolkenstein e l’apertura alla concorrenza che Veneto Chioschi, con Sante Vianello, ritiene esiziale per le piccole imprese, aprendo il mercato a possibili infiltrazioni mafiose. Il ministro è stato molto disponibile e chiaro, ricordando che altri sono i ministeri competenti, ma prendendosi l’impegno di affrontare uno ad uno questi argomenti di stringente attualità. «Mi piacerebbe avere un indice di questi temi», ha chiesto, «per poterli affrontare seriamente in una sintesi efficace per un piano di lavoro».

da nuovavenezia.gelocal.it

Le vacanze a Bibione Pineda di Lady Commercio 2013 Monica Taramelli

Monica, la commessa con lo sprint
Da sette anni la ragazza lavora alla panetteria di via Mirabello

bibione_lady_commercio_monica_taramelliMonica Taramelli non si aspettava di essere già in testa al gioco di Lady Commercio. «Ha iniziato mia sorella Deborah – sorride la giovane commessa – mi ha convinto a presentarmi e intanto ha raccolto i tagliandi. A Lady Commercio non avevo mai partecipato, ma avevo già vinto il concorso La ragazza dell’estate sempre indetto da La Provincia Pavese, sei anni fa, e trovo che questi giochi siano un modo divertente e coinvolgente per trascorrere l’estate».

Ventisette anni, Monica lavora alla panetteria pasticceria Marconi di via Mirabello a Pavia. «Sono sette anni che è diventata la mia professione – spiega – mi piace tutto del mio lavoro, il rapporto con la clientela ed anche la disponibilità dei miei principali, Vittorio Marconi ed Elena Pasini. C’è solo un piccolo problema, sono molto golosa e fra pizze, focacce e torte rischio di mettere su chili. La mia preferita? La torta Chantilly». Non solo i clienti ma anche gli stessi principali della pasticceria Marconi, oltre a tutti gli amici di San Genesio si sono mobilitati.

«L’obiettivo a questo punto è andare sul podio e non dico altro per scaramanzia – continua la commessa – . Ho notato subito che la novità del coinvolgimento dei clienti è piaciuta, perché spesso mi vengono consegnati tagliandi compilati solo per la parte sottostante, quella dei dati dei votanti».

Vacanze? «Questo fine settimana andrò una settimana al mare a Bibione Pineta con Paolo, il mio ragazzo – chiude Monica Taramelli – mi hanno già detto che raccoglieranno lo stesso i tagliandi. Se dovessi vincere sarei felicissima ed andrei in crociera con Paolo. La strada però è ancora lunghissima, intanto ci divertiamo a partecipare. Voglio ringraziare tutti coloro che mi aiutano».

da laprovinciapavese.geloca.it

Vacanze a Bibione 3 agosto 2013 : traffico in A4 da bollino nero

Esodo vacanziero, weekend di passione in A4 e al confine tra Slovenia e Croazia
In A4 «bollino rosso tendente al nero». Code per tutta la giornata al Lisert e a Latisana. Sovraffollata l’area di servizio di Duino. Situazione difficilissima a tutti i valichi dell’Istria. Domenica si replica

bibione_esodo_2013_autostradaScatta il primo, vero weekend di passione sulla rete autostradale regionale. Gli esperti di Autovie hanno fatto centro nel classificare questo fine settimana con il bollino rosso tendente al nero. Fin dal primo mattino si sono registrati flussi di traffico superiori alla media, soprattutto sulla A4 Venezia- Trieste in direzione Trieste con rallentamenti in uscita alla barriera di Trieste-Lisert e code che hanno raggiunto gli 8 chilometri.

In serata la fila si stava accorciando, ma alle 21 c’era ancora più di un chilometro d’incolonnamento. Sovraffollata l’area di servizio di Duino, dove molti automobilisti contano di acquistare la “vignetta” per le autostrade slovene. Code segnalate a Latisana, sia in entrata sia in uscita, e forti rallentamenti lungo tutto l’asse. Difficilissima la situazione oltreconfine, ai valichi tra la Slovenia e la Croazia, dove le attese hanno superato le tre ore prima di riuscire a passare il blocco.

A mettersi in viaggio nel primo weekend di agosto sono soprattutto gli auomobolisti diretti verso le spiagge di Istria e Dalmazia, che devono munirsi di “vignetta” autostradale. In previsione dell’intensificazione del traffico dei vacanzieri, è stato istituito il divieto di circolazione per i mezzi pesanti di massa superiore alle 7,5 tonnellate fino alle 23 di sabato e dalle 7 alle 24 di domenica.

Code sono anche al casello di Latisana sia in entrata che in uscita verso Lignano e Bibione. Code e rallentamenti anche ai caselli di S.Donà Piave e S.Stino Livenza per i turisti diretti alle località balneari del Veneto Est. Traffico molto sostenuto verso Trieste specie nel tratto A4 compreso tra bivio con A57 Tangenziale di Mestre e bivio con A23 Palmanova-Tarvisio, con rallentamenti e code a tratti nelle zone interessate dai cantieri per la terza corsia. Vari incidenti registrati nella giornata. Il più grave ha coinvolto un motocislista, ricoverato a Udine.E domenica si replica, con analoga emergenza al Lisert, a Latisana, nonché lungo tutto l’asse Venezia-Trieste.

da ilpiccolo.gelocal.it

Bibione agosto 2013 : sport e divertimento con TIM Champions Beach Tour

Con TIM Champions Beach Tour il campione dell’estate sei tu!
Al via il TIM Champions Beach Tour con tre weekend nel mese di agosto per imparare i segreti del tennis, del calcio e del volley da tre grandi campioni dello sport: Adriano Panatta, Ciccio Graziani e Maurizia Cacciatori

bibione_TIM_Champions_Beach_Tour_cacciatoriTenetevi liberi ad agosto perché sta per arrivare il momento di incontrare i grandi dello sport! Tre appuntamenti per conoscere e divertirsi con Adriano Panatta, Ciccio Graziani e Maurizia Cacciatori.

L’evento, sponsorizzato da TIM, brand della telefonia mobile di Telecom Italia, si svolgerà nei primi tre weekend di agosto negli stabilimenti balneari più importanti di Grado, Bibione e Lignano. Un’occasione imperdibile per i frequentatori delle spiagge che saranno invitati a prendere parte alle attività ludiche previste all’interno dei villaggi TIM allestiti per l’occasione.

Ogni weekend avrà per protagonista un campione e una disciplina diversa: si parte con il fine settimana del 3-4 agosto a Grado in compagnia di Ciccio Graziani e il beach soccer; sarà poi la volta di Bibione per il weekend successivo, 10-11 agosto, con Maurizia Cacciatori protagonista del beach volley per poi chiudere l’evento a Lignano, il 17-18 agosto, con il grande tennis di Adriano Panatta.

A partire dalle 10:00 di ogni sabato i partecipanti potranno assistere alla dimostrazione del campione con veri e propri coaching formativi e avranno inoltre la possibilità di prendere parte a mini tornei organizzati. Per partecipare, sarà sufficiente accreditarsi presso i desk posti all’interno dei due corner TIM in ogni villaggio e, al momento dell’iscrizioni, tutti i partecipanti riceveranno un gadget promozionale Tim Champions Beach Tour.

Il Campione della giornata sarà a disposizione di tutti gli iscritti per consigli tecnici e lezioni. I partecipanti ai tornei saranno tenuti a sfidarsi in partite da 5/10 minuti supervisionate dal Campione previsto per la tappa che sarà il coach di entrambe le squadre. Una volta concluso il torneo, la coppia/squadra considerata la più forte della giornata avrà la possibilità di sfidare il Campione e il suo assistente in una vera e propria partita!

L’iniziativa però non è rivolta ai soli sportivi: chiunque potrà avere accesso e godere delle varie attività ludico/ricreative messe a disposizione dall’organizzazione: musica, giochi, la possibilità di assistere alle partite e tanto altro ancora.

Non lasciate i vostri smartphone sotto l’ombrellone perché il TIM Champions Beach Tour avrà anche il suo risvolto social! Sarà infatti possibile seguire l’iniziativa sulla pagina ufficiale TIM di Facebook e su Twitter con l’hashtag #TIMBeachTour dove ogni giorno saranno pubblicati foto dei Campioni e video della manifestazione.

Appuntamento in spiaggia il 3-4 agosto a Grado con Ciccio Graziani; il 10-11 agosto a Bibione con Maurizia Cacciatori e il 17-18 agosto a Lignano con Adriano Panatta.

Un’estate all’insegna del divertimento da passare in compagnia di tre grandi Campioni del calcio, del volley e del tennis.

comunicato stampa

Tunatones in concerto a Bibione il 7 agosto 2013

Tunatones live

tunatones_concerto_bibione_agosto_2013Sabato 6 luglio, Moby dick, Chioggia: un attesissimo concerto a suon di rockabilly per i Tunatones, nel pieno del tour promozionale del nuovo album Vulcano. A un anno da iTunas! e dopo una stagione di concerti in Italia e all’estero, Mike 3rd, Alessandro Arcuri e Alberto Stocco fanno il bis con un disco che sta facendo parlare di sè, apprezzatissimo dalla stampa specializzata. Dichiarano i Tunatones: “Vulcano è un disco muscoloso. Senza mezze misure, i tonni mostrano pinne e muscoli. È più strutturato e ragionato di iTunas!, pur conservando l’approccio sbarazzino e la registrazione live in studio: per arrangiamenti e struttura Vulcano è più sofisticato. Non temete, questo non significa che non potrete sculettare alle feste o cantare a squarciagola guidando la vostra fuoriserie”…

Vulcano combina energia e raffinatezza, impatto live e ricerca di sfumature, come dimostrano El Tiburon, Rockin’ The Highway e Bonneville Speed. Merito di una crescita e di una maturazione del trio, che ha lavorato moltissimo dal vivo per ottenere compattezza e professionalità: “Il palco fa maturare, dà energia, mette a nudo i difetti ma è veicolo essenziale per la promozione della musica, per la nascita di nuove canzoni e per la crescita del musicista. Una band che non suona dal vivo non è completa. I Tunatones, per genere, attitudine, feeling, sono una band che riscalda gli animi: per questo si può dire che in un anno si sono trasformati da fiammifero a fiamma ossidrica!”.

Vulcano è disponibile su iTunes e BandCamp in cd e vinile 180 grammi, da poter acquistare anche dal vivo. I Tunatones sono nel pieno di una nuova stagione di concerti, ecco le prossime date: Padova (Paviolive, 12 luglio), Padova (Parco Fistomba, 13 luglio), Bibione (Chiosco Lilli, 7 agosto), Grantorto (Kustom Fever, 25 agosto).

da radiowebitalia.it